Le origini

famiglia

Claudio Sorrentino nasce a Roma il 18 luglio del 1945.

E’ il secondogenito di una famiglia numerosa: papà Arduino, mamma Anna, le sorelle Rosa, Amalia e Liliana.

Vive la sua infanzia accudito dalla tata Flora, in compagnia del cane bassotto Black e ascoltando canzoni napoletane con un radiogrammofono.

Esordisce molto presto, all’età di 5 anni, al Grand Hotel di Roma, quando durante una mainifestazione per carnevale, vestito da torero, con grande disinvoltura canto’ “O mese de Rose” di Roberto Murolo.

 

miniteatro

Fu una meravigliosa interpretazione e l’inizio della sua carriera, perché un giornalista presente si interessò a lui e dopo una settimana, l’organizzatrice della festa signora Lilly D’Eramo, moglie del regista cinematografico Nanni D’Eramo, telefonò alla madre invitandola a portare Claudio e le sorelle alla scuola di recitazione e di teatro per bambini.

Claudio entrò nella compagnia di prosa e interpretò “Zi Dima” nella “Giara” di Pirandello, “Medoro” in “Sic Sic “ Artefice Magico di E. de Filippo nei vari teatri di Roma e del Lazio ed aveva solo 6 anni.


gatti

Partecipò come attore allo sceneggiato in 4 puntate ”La vita con il padre e la madre” con Paolo Stoppa a Lino Morelli e Corrado Pani.

Le prime tre puntate andarono in onda, ovviamente in diretta, con il piccolo Claudio che aveva un braccio ingessato a causa di uno scivolone per le scale.

Nello stesso periodo cominciò anche la carriera di doppiaggio. Il 1° film che Claudio fu chiamato a doppiare fu “L’ultima Carovana” poi seguì il caporale Rusty nella 1° serie di Rin-tin-tin e poi… non si è più fermato!.

 

Proseguì gli studi, lavorando nel pomeriggio, dopo la scuola e avvalendosi del sostegno della mamma che lo accompagnava.

natale

 

Claudio, pur essendo molto impegnato nel lavoro come bambino prodigio prima e come adolescente vivace ed irrequieto poi, trovò il tempo di innamorarsi e a soli 23 anni sposò Manuela Artari con cui vive felicemente ancora oggi.

La sua carriera è andata avanti con estrema poliedricità da attore di teatro, televisione e cinema a doppiatore, giornalista televisivo e radiofonico, uomo impegnato socialmente e istituzionalmente.